.
Annunci online

 
Tony_ 
nata voce sulitaria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 

Add to Technorati Favorites
  cerca


 

Diario | Poesia & Letteratura | Storia,Leggende,Religione & Culto | Web & Intrattenimento | Scienza, Medicina & Salute | Arte, Moda & Fotografia | Animali, Esseri viventi & Co. | Scienza,Fantascienza & Mistero | Articoli Prodotti & Pubblicità | Cinema, Tv, Musica & Spettacolo | Cucina, Alimenti & Bibite | Notizie & Politica | SPORT | Computer & Internet | Non tutti sanno che.... | Viaggi,Vacanze & Luoghi | GIOCHI |
 
Notizie & Politica
1visite.

28 marzo 2010

EQUO COMPENSO?

 
VERGOGNOSI DECRETI LEGGE
 
 
 
 Il decreto legge 68/2003 voluto da Urbani e che avrebbe dovuto rimanere in vigore fino 2005, tra molte critiche, impose agli acquirenti una sovrattassa su tutti i supporti vergini (CD, DVD, cassette, ecc.) che andava nelle casse della SIAE e di altre entità quale“compenso” per la perdita dovute dalla pirateria. Praticamente tutti noi pagavano in più per l’acquisto dei supporti indipendentemente se i supporti sarebbero serviti per fare il back-up dei dati sul computer, per il filmino di un compleanno o per copiare illegalmente canzoni e film.
ABERRANTE!
 
Volendo fare un paragone è come se per un furto sarebbe andato in galera sia il ladro che il derubato!
Dovendo incrementare i loro bilanci, SIAE, major cinematografiche e discografiche, che suppongo non navighino in cattive acque - con l’appoggio del Parlamento italiano - se la prendevano con tutti gli acquirenti.
In ultima analisi anche loro traevano beneficio dalla pirateria!
Anche se parecchie persone non ne erano a conoscenza, perché come sempre tutto quello che è contro i cittadini non viene mai ampiamente pubblicizzato, l’effetto fu quello di far scendere le vendite dei supporti vergini con un danno alle aziende produttrici.
 
Oggi, grazie al ministro dei beni culturali Bondi, la legge sul cosiddetto "equo compenso" viene rivista e con un altro decreto la situazione - come in nessun paese europeo - peggiora perfino!
La sovrattassa iniqua viene imposta ora anche su altri prodotti hi-tech.
Praticamente qualunque apparecchio che contenga un supporto di memorizzazione subisce un aumento di prezzo. Hard disk esterni, computer, lettori MP3, iPod, pen-drive, masterizzatori, memorie card, chiavette USB, videoregistratori, cellulari, console di video-giochi, decoder, a parte i supporti vergini già menzionati.
MAGNIFICO!
 
Al danno si aggiunge anche la beffa. Sì, perché in alcuni casi la stessa sovrattassa viene perfino pagata più volte!!!
E’ il caso, per esempio, se si compra un computer (pagando la tassa), poi una chiavetta USB (pagando la tassa) ed infine un supporto DVD o CD (pagando la tassa). Nel caso si utilizzassero tali supporti per copiare (legittimamente!) una canzone comprata (in internet o tramite CD o DVD originale) la tassa che era stata già pagata all’acquisto dell’originale, sarebbe pagata una QUARTA volta, addirittura!
VERGOGNOSO!
 
Se è pur vero che si tratta, a secondo del caso, di centesimi o di pochi euro, moltiplicateli per i MILIONI di unità vendute nel tempo e vi troverete con cifre da capogiro! Altro che pirateria… qui vi sono interessi milionari ad opera di alcune lobby che pensano solo ai loro interessi.
IL decreto legge è passato, ovviamente, ne sapevate qualcosa?
 
Altroconsumo è una tra le poche entità che si è opposta e secondo una ricerca ipotizza che una famiglia media italiana, per effetto di tale decreto, pagherà in media circa 111 euro in più. 
Leggo, infine, questo commento dell’amministratore delegato italiano della NOKIA, azienda norvegese che dovrebbe far riflettere:
<<credo fermamente che l’imposizione di questa tassa italiana sulla copia sia iniqua e ingiustificata. Infatti l’ascolto di musica è solo una delle tante funzioni disponibili su un telefono cellulare, il cui contenuto è solitamente acquistato legalmente dal consumatore che ha pertanto già completamente pagato i diritti d’autore>> 
 
Che dirvi, se continuiamo a subire passivamente tali ingiustizie e aberrazioni troverà sempre più giustificazione la voce di chi afferma che siamo un popolo di pecoroni. 
Grazie Urbani, grazie Bondi, non conosciamo quanti e chi si arricchirà ma, come sempre, a rimetterci saremo noi.
 
 

1 marzo 2009

NOTIZIE STRANE MA VERE

 
Girovagando per la rete e leggendo le notizie mi capita a volte di copiare quelle che mi colpiscono per originalità e  stravaganza. Ne prendo ora qualcuna a caso, più o meno recente, per postarla qui.
 
 
1- Usa condom per fare bungee jumping

Già il bungee jumping è una pratica alquanto temeraria: ci vuole coraggio per buttarsi giù da un ponte appesi ad una corda elastica. Se poi fate come il 37enne portoghese, Carl Dionisio, che per lanciarsi da un ponte ha utilizzato una corda di preservativi, allora o dovete avere un coraggio da leone oppure una grande incoscienza! La notizia è stata riportata dall’edizione britannica di Metro.
 
2 - Scambia la moglie con una capra
 
The Sun dà notizia di un contadino bulgaro, il Sig. Stoil Panayotov, che ha scambiato Maria, sua moglie da nove anni, con una capra al mercato di Plovdiv, nella Bulgaria centrale. La capra invece si chiama Elena e ha otto anni. L’uomo, con due divorzi alle spalle, non era contento della moglie che non poteva dargli un figlio, mentre con la capra si era assicurato latte tutti i giorni.
 
3 - IceMusic Festival di Geilo
(ANSA) - GEILO (NORVEGIA), 11 GEN. Si conclude dopo 3 giorni l'IceMusic Festival di Geilo, dove le melodie sono suonate su strumenti di ghiaccio. Fra i corni e gli altri strumenti a fiato, percussioni (campane, xilofono, gong ecc.) e persino strumenti a corda come la chitarra, tutti fatti di ghiaccio, quest'anno hanno fatto il loro debutto anche l'arpa e il violino. Gli strumenti sono ovviamente pesanti e i musicisti li suonano, per quanto possibile, usando guanti, per non congelarsi le dita.
 
4 - Masturbazione a 150 kmh
(ANSA) - SYDNEY, 9 GEN. Un corriere della droga che si filmava mentre si masturbava guidando a 150 km/ora è stato condannato a due anni di carcere. Brendon Erhardt doveva già scontare tre anni per possesso di cannabis. A luglio era stato fermato dalla polizia mentre tornava a Darwin da Adelaide, dove aveva usato l'eredità della madre per comprare un'auto e 5 kg di marijuana. L'uomo ha detto di aver superato i limiti' perché' si stava masturbando, ed ha ammesso di essersi filmato durante l'atto.
 
5 - Compleanno di Adolf Hitler 
(ANSA)- NEW YORK, 17 DIC. Il piccolo Adolf Hitler non avrà la torta di compleanno con il suo nome: la pasticceria ha mandato indietro l'ordine dei suoi genitori. Il padre del festeggiato, un ammiratore del Fuhrer, aveva chiesto di adornare il dolce con la scritta 'Happy Birthday Adolf Hitler'. Il piccolo Adolf, 3 anni, ha due sorelle con altri nomi ispirati al nazismo: JoyceLynn Aryan Nation, in onore della nazione ariana, e Honszlynn Hinler Jeannie, in onore di Heinrich Himmler.
 
6 - Cerca marito a 107 anni
(ANSA)- PECHINO, 12 GEN. Una cinese di 107 anni vuole cercare un marito e spera di trovare un compagno centenario. Lo rende noto il Chongqing Commercial Times. Wang Guiying teme di essere un peso per i nipoti da quando, all'età di 102 anni, si è rotta una gamba e non ha potuto più fare le faccende domestiche. La donna, che aveva paura di sposarsi quando era giovane, è cresciuta nel Guizhou dove gli uomini rimproveravano e picchiavano le loro mogli. Spesso sua zia, dopo essere stata maltrattata, piangeva.
 
7 – Calza da 70 metri

Intrage - Lun 12 Gen. All'inizio dell'anno è stata presentata al pubblico la calza della Befana più lunga del mondo, 70 metri pieni di 5 quintali di leccornie di ogni tipo. Un record dal sapore dolcissimo, che ha inaugurato nel migliore dei modi il nuovo anno. La super calza è stata realizzata ad Averza in provincia di Carrara. E sempre nel nord Italia arriva un altro Guinness curioso: il mosaico di caramelle più grande del mondo. La composizione dolciaria è stata messa in opera a Curno in provincia di Bergamo. Circa cinque milioni di caramelle colorate, delle dimensioni massime consentite di 2,5 centimetri, sono state composte ad arte da cinquemila volontari. E per finire il letto più grande del mondo che invece ha un gusto tutto meridionale, infatti è stato realizzato a Vallo della Lucania nel Parco nazionale del Cilento. Un materasso di 306 metri quadri per quello che fin troppo facilmente è stato definito un "record da sogno".
 
8- Ventiquattresimo matrimonio
(ANSA) - NEW YORK, 24 FEB. Ha ventitré matrimoni alle spalle e spera nel successivo: una vedova di 68 anni dell'Indiana è entrata così nel Guinness dei Primati. Linda Wolfe si è sposata per la prima volta a 16 anni e ha avuto 7 figli: 'Innamorarmi è una droga', ha confidato la vedova che vive in casa di riposo. E' single da dieci anni e cerca il 'numero 24'. L'unione più lunga è durata sette anni, la più breve appena 36 ore. Tra i mariti, uno era un carcerato mentre due si sono scoperti gay.
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. curiosità "notizie strane"

permalink | inviato da feel il 1/3/2009 alle 14:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 agosto 2008

"A" come AMERICA

 
Notizie a stelle e Striscie
 
 
 
Ah.... l'America! Terra di innovazioni e di contraddizioni.
Non sorge giorno che non vi sia qualche bizzarra notizia che la riguardi.
Quest'anno, una delle nuove attrazioni di New York sono state le cascate (waterfall) che l'artista danese Olafur Eliasso ha ricevuto l'incarico di creare. Tre di esse sono state costruite sull'East River, una nel porto mentre una quarta è stata posizionata proprio sotto il ponte di Brooklyn.
 

Agli americani non manca immaginazione ma se mancasse, ecco il "distributore automatico di idee" venirci in aiuto!
Un ragazzo americano (Jake Bronstein di Zoomdoggle.com.) si è inventato, infatti, il distributore automatico di idee, un marchingegno (chiamato Fun-o-meter, "Fun Idea Machine" o Funulator) in cui basta inserire una moneta da 50 centesimi per ricevere una pallina.
Una bolla trasparente, come quelle che di solito contengono i giocattoli o i gadget per bambini, ma contenente un'idea, ovvero una frase, un suggerimento o uno spunto che potrebbe essere proprio quello di cui andavamo in cerca. 
 
  
 
Ma l'invenzione più trend che di sicuro avrà molto successo è lo zaino-jet. Funziona come un normale zaino, nel senso che lo si infila sulle spalle come si fa con le normali borse usate dagli studenti per andare a scuola, ma questo, sebbene più grande, è a propulsione!!  Con tale (grosso) zaino sulle spalle si vola e si va dove si vuole: a scuola, al lavoro, a far la spesa. Il prototipo, creato da Glenn Martin, biochimico neozelandese col pallino dell'agente segreto, e' stato presentato all EAA Air Venture di Oshkosh, nel Wisconsin e l'inventore prevede di lanciare il "jetpack" sul mercato entro sei mesi e poi di ridurne man mano le dimensioni nel tempo.  

    
 
 

9 giugno 2008

STIPENDI DEI DEPUTATI

 
In Italia la politica più cara d’Europa!
 
 
Con oltre 5 mila euro di stipendio mensile, sommati agli 8 mila euro tra spese di rappresentanza e diaria, i parlamentari che popolano le aule di Camera e Senato possono maturare retribuzioni superiori ai 20 mila euro in un solo mese, senza considerare il fitto sottobosco di benefit e agevolazioni integrative.

Difficile stabilire quanto costi la politica agli italiani. Non sarebbe sufficiente un plotone di ragionieri, considerato il dedalo di rimborsi, diarie, spese per il collegio elettorale che costituiscono la busta paga di Parlamentari, Europarlamentari, membri dei consigli regionali, provinciali e circoscrizionali, sommati ai costi di locazione, manutenzione e spese straordinarie per gli edifici che li ospitano.
 
STIPENDI ANNUI DEI PARLAMENTARI EUROPEI A CONFRONTO IN EURO* (Compensi annui netti)
 
1
Italia
144.084,36
2
Austria
106.583,40
3
Olanda
86.125,56
4
Germania
84.108,00
5
Irlanda
82.065,96
6
Gran Bretagna
81.600,00
7
Belgio
72.017,52
8
Danimarca
69.264,00
9
Grecia
68.575,00
10
Lussemburgo
66.432,60
11
Francia
62.779,44
12
Finlandia
59.640,00
13
Svezia
57.000,00
14
Slovenia
50.400,00
15
Cipro
48.960,00
16
Portogallo
41.387,64
17
Spagna
35.051,90
18
Slovacchia
25.920,00
19
Rep. Ceca
24.180,00
20
Estonia
23.064,00
21
Malta
15.768,00
22
Lituania
14.196,00
23
Lettonia
12.900,00
24
Ungheria
9.132,00
25
Polonia
7.369,70
*Fonte: Corriere della Sera
 
Nord Europa: politici più poveri ma più efficienti
Facendo i conti in tasca ai parlamentari italiani si scopre che i nostri deputati sono tra i più ricchi, e quindi cari, d'Europa, "staccando" i vicini ed efficientissimi austriaci di circa 40 mila euro su base annua! Se il deputato medio prende nel Bel Paese quasi 144 mila euro l'anno, varcato il confine austriaco, un suo omologo arriva invece ad appena 106 mila euro annuali.
Più convenienti anche i parlamentari tedeschi e francesi che costano alla popolazione decisamente meno che in Italia: rispettivamente 84 mila e 62 mila.
Se poi si sale nel Nord Europa si scopre che l'efficientissima monarchia svedese sfoggia un eccellente sistema di welfare, infatti, a differenza dell'esoso Monarca, il parlamentare si accontenta di 57 mila euro l'anno.
Il Quirinale è un perfetto esempio che vale per tutta la gestione dei governi fino ad oggi senza distinzione di colori e partiti. I dipendenti del Quirinale ammontano ad oggi a 2.158 unità contro i circa 1.000 dell'Eliseo e Buckingham Palace e le varie residenze dei Windsor.
La lista delle spese è lunga ed imbarazzante: basti pensare che l'affitto di 4 palazzi alla Camera dei Deputati costerà per i prossimi 18 anni 444 milioni di Euro.
 
Inghilterra: la regina è “trasparente”
Sebbene sia tacciata di poca parsimonia, la Regina d'Inghilterra sembra conservare un "civico" e "civile" rispetto per i cittadini britannici, a cui fa sapere, in 33 dettagliatissime pagine, le entrate e le uscite di bilancio della famiglia reale.
Essere cittadino britannico consente di sapere che i dipendenti a tempo indeterminato a carico della Civil List alla fine del 2005 erano 310, cioè 3 in più rispetto all'anno prima, che la Regina ha avuto regali ufficiali per 152.000 euro oppure che nelle cantine reali sono stoccati vini e liquori «in ordine di annata», per un valore stimato in 608.000 euro.
Altra aria si respira al Quirinale, da cui non sembra possibile avere alcun giustificativo delle spese sostenute. Sebbene la busta paga del capo dello Stato sia rimasta pressoché invariata dagli anni '50, il "palazzo" e la "corte" intorno al presidente sembrano però essere cresciuti a dismisura negli ultimi anni. Stando ad un'indagine commissionata da Carlo Azeglio Ciampi nel 2001, e mai resa nota, il personale in servizio da noi era composto da 931 dipendenti diretti, più 928 altrui avuti per «distacco», per un totale di 1.859 addetti. Un seguito che avrebbe fatto invidia alla stessa Regina Elisabetta.
L'isola britannica non brilla comunque per economie sulle spese politiche considerata la sua sesta posizione nella classifica europea degli stipendi dei parlamentari (81.600 euro annui) e il suo ragguardevole quarto posto in numero di auto blu circolanti (58 mila).
 
Francia: Quirinale versus Eliseo  
Sebbene in Francia il presidente abbia poteri decisamente superiori a quello italiano, il budget annuo dell'Eliseo è di 32 milioni di euro (stime ufficiale), contro i 217 milioni spesi dal Quirinale. Il presidente francese conta poi circa 1000 collaboratori (compresi i 388 militari): da noi sono quasi il doppio.
Col risultato che in Italia il solo personale costa oltre 160 milioni di euro. Pari, grossolanamente, a una busta paga pro capite di oltre 74.000 euro. Il doppio dello stipendio di uno statale medio. E il doppio di un dipendente della regina.
Le cifre più "scottanti", tuttavia, sono quelle assolute. La «macchina» del Quirinale costava nel 1997 «solo» 117 milioni di euro. Dieci anni dopo ne costa 224 (più altri 11 milioni che arrivano al Colle da «entrate proprie quali gli interessi attivi sui depositi e le ritenute previdenziali»).
Si tratta di una vera e propria impennata con un aumento del 91%, non giustificabile con la sola crescita inflattiva. L'aumento al netto dell'inflazione resta infatti del 61%. Per non dire del paragone con vent'anni fa. Sapete quanto costava la presidenza della Repubblica nel 1986? In valuta attuale meno di 73 milioni e mezzo di euro. Il che significa che in vent'anni la spesa reale, depurata dall'inflazione, è triplicata. Mentre nella gaudente Gran Bretagna veniva più che dimezzata. Col risultato che oggi Buckingham Palace costa un quarto del Quirinale.
Tornando in Francia gli stipendi dei parlamentari ammontano a meno della metà rispetto ai nostri esponenti politici: 62.779,44 euro annui contro i 144.084,36 euro del nostro paese. Non sembrano comunque dispiacere all'Eliseo i vari benefit concessi agli onorevoli, considerato il terzo posto assegnato al paese per numero di auto blu circolanti (65 mila).
Germania: pochi ma buoni!
 
Se il costo della democrazia in Italia sembra sproporzionato rispetto ad Inghilterra e Francia, il paragone si fa addirittura imbarazzante nel confronto con la presidenza tedesca che sulle casse pubbliche pesa per 18 milioni e mezzo di euro: un ottavo rispetto alla nostra.
La presidenza tedesca, dai compiti istituzionali simili, ha infatti dimensioni molto più contenute: 50 addetti alle tre direzioni organizzative, 100 ai servizi logistici e di supporto e 10 agli uffici degli ex presidenti. Totale: 160. Cioè 29 in meno dei soli addetti alla sicurezza di Castelporziano.
Per quanto riguarda in generale i costi della politica, va sottolineato che i deputati del Bundestag percepiscono uno stipendio di 7.009 euro al mese, mentre da anni tutti i cancellieri che si sono succeduti hanno portato avanti una drastica riduzione del personale dello Stato.
Alla fine dell'anno in corso il totale dei dipendenti dello Stato tedesco nel settore civile, messo ovviamente da parte l'esercito, toccherà 258.000 unità, mentre le spese per il personale toccheranno a fine 2008 il minimo assoluto del 9,4 per cento del bilancio dello Stato, rispetto al 12,1 per cento del 1991 e dell'11,4 per cento del 1998.
Il numero di dipendenti della Cancelleria è di appena 443 unità, mentre il presidente della Repubblica, Horst Koehler, dispone appena di 170 funzionari. Il Bundestag, il Parlamento federale, conta 2.347 impiegati di diverso ordine e grado, il ministero degli Esteri ne ha 2.734, escluso ovviamente il personale in servizio nelle sedi diplomatiche all'estero.
L’Italia degli sprechi
 
Dulcis in fundo arriviamo alla patria degli sprechi, prima nella classifica europea per i costi della politica. Tra auto blu (574.215 autovetture) e vitalizi dei parlamentari l'Italia non ha pari in fatto di sprechi pubblici.
I membri del Parlamento incassano, al mese, in media 14.000 euro. Di questi, 5.500 costituiscono lo "stipendio", ossia l'indennità in senso stretto, 4.000 euro vengono assicurati come rimborso della spesa derivante dal soggiorno a Roma, 4.200 euro sono somministrati ai Deputati per finanziare le spese inerenti il rapporto con i loro elettori. Per quanto concerne i Senatori, quest'ultima voce di spesa è finanziata con circa 500 euro in più al mese: si sale, così, a circa 4.700 euro.
A complemento di uno stipendio già cospicuo una serie di benefit collaterali "arrotondano" il mensile degli onorevoli con sconti su trasporti pubblici, servizi telefonici, alberghi e ristoranti.
All'accesso illimitato e totalmente gratuito alla rete ferroviaria nazionale e alle linee aeree si aggiunge infatti il rimborso di 3.300 euro per i viaggi in taxi, maggiorato a 4.000 euro se il Deputato abita a più di 100 km dall'aeroporto più vicino.
Le facilitazioni proseguono anche sulle quattro ruote per cui i membri delle assemblee rappresentative possono utilizzare gratuitamente il telepass in autostrada. Nel caso in cui il parlamentare abbia l'esigenza, per motivi di studio o per ragioni comunque connesse all'esercizio della sua attività, di varcare i confini nazionali, può contare su un rimborso che arriva ad un massimo di 3.100 euro.
La già lunga lista dei privilegi prosegue con il rimborso sulla bolletta telefonica fino ad un massimo di 3.100 euro. Viene loro assegnato, infine, un computer portatile che possono tranquillamente tenere anche dopo la fine della legislatura, sia ben chiaro, per esigenze di tutela della riservatezza dei dati.
Pensioni d'oro attendono i "nostri" in tarda età con assegni vitalizi dell'8,6% dello stipendio (1.069,35 euro). Il deputato riceve il vitalizio a partire dal 65° anno di età. Il limite di età diminuisce fino al 60° anno di età in relazione agli anni di mandato parlamentare svolti. Lo stesso Regolamento prevede la sospensione del pagamento del vitalizio qualora il deputato sia rieletto al Parlamento nazionale ovvero sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale. L'importo dell'assegno varia da un minimo del 25% a un massimo dell'80% dell'indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare.
In Italia la politica più cara d’Europa!
by FTAOnline ®
 
Nel 2008, stando alle previsioni del bilancio triennale, queste spese che già hanno sfondato (prima volta) la quota-choc di un miliardo di euro, cresceranno ancora. Fino a 1.032.670.000. Per impennarsi ulteriormente nel 2009 fino alla cifra sbalorditiva di 1.073.755.000. Sintesi finale: in soli tre anni i costi di Montecitorio, saranno aumentati del 9,2%. Con un aggravio sulle pubbliche casse di 92 milioni di euro in più rispetto al 2006.
 
STIPENDI DEI DEPUTATI IN EURO*
Indennità lorda mensile (per 12 mesi)
11.703,64
Indennità netta mensile (per 12 mesi)
5.486,58
Diaria
4.003,11
Spese per il rapporto con gli elettori
4.190,00
Assegno di fine mandato
80% importo mensile indennità per ogni anno dimandato o frazione non inferiore a 6 mesi
Assegno vitalizio
Tra il 25% e l’80% indennità parlamentare
 
ESENZIONI E PRIVILEGI DEI DEPUTATI*
Pedaggio sulle autostrade italiane
NESSUNO
Circolazione sui treni in Italia
GRATUITA
Circolazione marittima in Italia
GRATUITA
Circolazione sugli aerei in Italia
GRATUITA
Trasferimenti dal luogo di residenza all'aeroporto più vicino e daFiumicino a Montecitorio (forfait trimestrale dimezzato per gli eletti nel collegio Lazio 1)
3.323,70
Trasferimenti aeroportuali per chi dista più di 100 km dall'aeroportopiù vicino
3.995,10
Rimborso annuale per viaggi all'estero (per studio o attivitàconnesse all’attività parlamentare)
3.100,00
Rimborso annuo spese telefoniche
3.098,74
 
*Fonte: Stipendi deputati italiani ed Esenzioni e privilegi
"LA POLITICA E IL SUO PREZZO", F. Novelli, Gennaio 2007 confrontata e aggiornata con quanto riportato nella sezione Trattamento economico della Camera dei Deputati
http://www.camera.it/deputatism/4385/documentotesto.asp
Articolo apparso su MSN Italia.
 

23 maggio 2008

IL TERREMOTO IN CINA

 
Tutti sappiamo del drammatico e raccapricciante terremoto che il 12 u.s. ha colpito la zona sud occidentale della Cina, con epicentro nella provincia di Sichuan.
Un terremoto talmente forte che è stato avvertito perfino in Tailandia, Vietnam e Hong Kong.
Mi vengono i brividi a dirlo, ma le morti accertate ad oggi sono 55.740!!
 
 
Un numero impressionante che purtroppo può aumentare.
Spero che tutti, ateo o religioso che sia, si volga e didichi un pensiero a quella povera gente.
 
Ma vi è comunque un fatto curioso che non tutti conoscono.
Ritorniamo alla settimana precedente il disastroso evento.
Il 5 maggio molti cinesi di quella zona videro centinaia di rane correre e attraversare in massa le strade. 
 
Tale strano fenomeno fu considerato dalle persone come un cattivo auspicio di una prossima catastrofe naturale. Ne fu avvertito anche il governo, ma questi rispose che si trattava solo di una migrazione naturale per fini di propagazione, calmando così gli animi della gente.
 

Ora la popolazione è sfiduciata e ritiene inutile il lavoro del centro antisismico cinese in quanto non sono stati in grado di rilevare in anticipo un così forte terremoto. Infatti la notizia di un immninente scossa sismica fu annunciata praticamente mentre il terremoto era già in atto!
Altro che migrazione per propagazione, come per le rane, gli scienziati cinesi hanno affermato che gli animali hanno un senso naturale per avvertire in anticipo catastrofi naturali come questa.
  
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. terremoto in cina

permalink | inviato da feel il 23/5/2008 alle 17:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 marzo 2008

I MILIARDARI

 
Le persone più ricche al mondo
 
 
 
Ultimamemnte Forbes ha pubblicato l'annuale lista delle persone più ricche al mondo. Difatti, tanti sono i miliardari presenti sulla Terra nel 2007.
Questa è la 22.ma classifica in tal senso, ma rispetto alle precedenti introduce delle interessanti novità.
Il primo dato che suscita curiosità è, dopo 13anni, la discesa di Bill Gates dal primo al terzo posto con i suoi 38,1 miliardi di euro; poi la scomparsa e/o retrocessione di molti americani il cui posto viene preso da miliardari indiani (4 tra i primi 10!), mentre per la prima volta nella storia il numero dei miliardari identificati da Forbes raggiunge l'impressionante cifra di 1.125, il cui patrimonio netto complessivo supera i 2,9 trilioni di euro. Come altre statistiche mostrano, aumentano i super-ricchi così come aumentano i poveri nel mondo. Nella classifica il primo posto viene ora preso dall'americano Warren Buffett, un magnate dell'alta finanza. In seconda posizione compare Carlos Slim Helú, magnate messicano delle telecomunicazioni, che in soli due anni ha praticamente raddoppiato la sua fortuna.  Quest'anno gli americani rappresentano il 42% dei miliardari, seguiti da russi e tedeschi.
Un altro record spetta ai giovani miliardari. Sono ben 50 i paperoni al di sotto dei 40 anni, 25 dei quali nuovi alla classifica di Forbes. Il 68% dei miliardari sotto 
i  40 anni ha costruito immense fortune partendo praticamente dal nulla.
È il caso dei fondatori di GoogleSergey Brin e Larry Page;
di John Arnold, ex trader di Enron che adesso gestisce un fondo ad alto rischio; dell'indiano Sameer Gehlaut, che ha creato  
Indiabulls, unbroker online; e infine di 
 
 Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook che con i suoi 23 anni è il più giovane miliardario ad aver creato da solo il suo impero mentre ancora studente universitario. 
Per trovare il primo italiano dobbiamo andare al 68 posto dove si posiziona
Michele Ferrero e figli con 7,5 miliardi di euro che con la sua azienda del cioccolato si appresta a conquistare anche i mercati asiatici. L'impero Berlusconi lo si trova, invece, al 90° posto con 6,1 miliardi di euro.
Nel tempo, nell'elenco annuale, c'è ovviamente chi sale e chi scende così come chi esce o entra. Tra le curiosità, segnaliamo all'11 posto Li Ka-shing, l'uomo più ricco di Hong Kong, che in soli 37 giorni ha perso 3,6 miliardi di euro del suo patrimonio con le azioni pubbliche. Peggio ancora per il patrimonio del ventiseienne Yang Huiyan, la persona più facoltosa della Cina continentale che a settembre è passato da 11,4 miliardi di euro a soli 4,9 miliardi di euro.
Ma ecco l'elenco dei primi 75:   

N.

Nome

Cittadinanza

E

Miliardi di Dollari

Residenza

1

Warren Buffett

USA

77

62.0

United States

2

Carlos Slim Helu & family

Mexico

68

60.0

Mexico

3

William Gates III

USA

52

58.0

United States

4

Lakshmi Mittal

India

57

45.0

United Kingdom

5

Mukesh Ambani

India

50

43.0

India

6

Anil Ambani

India

48

42.0

India

7

Ingvar Kamprad & family

Sweden

81

31.0

Switzerland

8

KP Singh

India

76

30.0

India

9

Oleg Deripaska

Russia

40

28.0

Russia

10

Karl Albrecht

Germany

88

27.0

Germany

11

Li Ka-shing

Hong Kong

79

26.5

Hong Kong

12

Sheldon Adelson

USA

74

26.0

United States

13

Bernard Arnault

France

59

25.5

France

14

Lawrence Ellison

USA

63

25.0

United States

15

Roman Abramovich

Russia

41

23.5

Russia

16

Theo Albrecht

Germany

85

23.0

Germany

17

Liliane Bettencourt

France

85

22.9

France

18

Alexei Mordashov

Russia

42

21.2

Russia

19

Alwaleed Bin Talal Alsaud

Arabia

51

21.0

Saudi Arabia

20

Mikhail Fridman

Russia

43

20.8

Russia

21

Vladimir Lisin

Russia

51

20.3

Russia

22

Amancio Ortega

Spain

72

20.2

Spain

23

Raymond, Thomas & Walter Kwok

Hong Kong

NA

19.9

Hong Kong

24

Mikhail Prokhorov

Russia

42

19.5

Russia

25

Vladimir Potanin

Russia

47

19.3

Russia

26

Christy Walton & family

USA

53

19.2

United States

26

S Robson Walton

USA

64

19.2

United States

26

Jim Walton

USA

60

19.2

United States

29

Lee Shau Kee

Hong Kong

80

19.0

Hong Kong

29

Alice Walton

USA

58

19.0

United States

31

David Thomson & family

Canada

50

18.9

Canada

32

Sergey Brin

USA

34

18.7

United States

33

Larry Page

USA

35

18.6

United States

34

Michael Otto & family

Germany

64

18.2

Germany

35

Stefan Persson

Sweden

60

17.7

Sweden

36

Suleiman Kerimov

Russia

42

17.5

Russia

37

Charles Koch

USA

72

17.0

United States

37

David Koch

USA

67

17.0

United States

39

Francois Pinault & family

France

71

16.9

France

40

Michael Dell

USA

43

16.4

United States

41

Paul Allen

USA

55

16.0

United States

41

Kirk Kerkorian

USA

90

16.0

United States

43

Steven Ballmer

USA

52

15.0

United States

43

Shashi & Ravi Ruia

India

NA

15.0

India

43

Abigail Johnson

USA

46

15.0

United States

46

Nasser Al-Kharafi & family

Kuwait

64

14.0

Kuwait

46

Jacqueline Mars

USA

68

14.0

United States

46

Birgit Rausing & family

Sweden

84

14.0

Switzerland

46

Jack Taylor & family

USA

85

14.0

United States

46

John Mars

USA

71

14.0

United States

46

Forrest Mars Jr

USA

76

14.0

United States

46

Gerald Cavendish Grosvenor

G.B.

56

14.0

United Kingdom

46

Carl Icahn

USA

72

14.0

United States

54

German Khan

Russia

46

13.9

Russia

55

Susanne Klatten

Germany

45

13.2

Germany

56

Vagit Alekperov

Russia

57

13.0

Russia

56

Donald Bren

USA

75

13.0

United States

58

Alain & Gerard Wertheimer

France

NA

12.9

United States

59

Dmitry Rybolovlev

Russia

41

12.8

Russia

60

Azim Premji

India

62

12.7

India

60

Naguib Sawiris

Egypt

53

12.7

Egypt

62

Anne Cox Chambers

USA

88

12.6

United States

63

Iskander Makhmudov

Russia

44

11.9

Russia

64

Sunil Mittal & family

India

50

11.8

India

65

Alexander Abramov

Russia

49

11.5

Russia

65

Michael Bloomberg

USA

66

11.5

United States

67

Viktor Vekselberg

Russia

50

11.2

Russia

68

Michele Ferrero & family

Italy

81

11.0

Monaco

68

Nassef Sawiris

Egypt

46

11.0

Egypt

68

George Kaiser

USA

65

11.0

United States

68

Spiro Latsis & family

Greece

61

11.0

Switzerland

72

Alexei Kuzmichev

Russia

45

10.8

Russia

73

Philip Knight

USA

70

10.4

United States

73

Viktor Rashnikov

Russia

59

10.4

Russia

75

Ernesto Bertarelli

Switzerland

42

10.3

Switzerland

 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ricchi miliardari

permalink | inviato da feel il 24/3/2008 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 marzo 2008

ALLOGGI x STUDENTI

 
 
 
La mancanza di alloggi coinvolge anche gli studenti universitari che frequentano atenei in città diverse dal proprio luogo di residenza e la situazione è, ovviamente, più grave nelle grandi città. A Parigi, dove il problema è molto sentito, l'unione nazionale degli studenti francesi ( UNEF ) si è fatta promotrice di un'ulteriore campagna di sensibilizzazione pubblicizzata di nuovo con il precedente manifesto (in alto). 

A seguito di ciò, il ministero dell'istruzione francesce si è preso l'impegno, con un piano di investimenti, di creare nuovi alloggi e di ristrutturarne molti altri. Si spera per gli studenti che l'impegno venga mantenuto.
Attraverso l’ESU, il sindacato degli studenti europei, il manifesto, a suo tempo, era giunto anche in Italia e l’
UDU (unione degli studenti) che insieme all’UNEF aderisce all'ESU, provvide, anni fà, a crearne uno tutto italiano: 

 
 
La campagna in Italia, come c'era da aspettarsi, non ebbe seguito. Il governo nostrano ha, purtroppo, sempre tanti problemi, spesso molto più importanti ed urgenti di quello degli alloggi per gli studenti fuori-sede. A tal proposito mi viene in mente l'Italia vista dagli studenti Erasmus che hanno risposto a un questionario proposto dalla free press 'Studenti Magazine' e dall'associazione 'Erasmus Student network Italia'. Venti domande cui, attraverso il sito www.esn.it, hanno risposto 1.500 studenti provenienti da 28 paesi diversi e afferenti a 27 diverse città italiane. Tra le varie critiche mosse all'Italia c'era la grande difficoltà, per gli studenti, di reperire un alloggio. La casa, infatti, oltre a essere costosa è difficile da trovare: ha avuto problemi ben il 66% degli intervistati. La causa principale è il prezzo elevato (per il 37,4%), seguita dalle cattive condizioni degli appartamenti (per il 29,1%), dal razzismo dei proprietari che non affittano a stranieri (per il 20,8%) e dall'assenza di un contratto (per il 12,7%).
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alloggi studenti fuori-sede

permalink | inviato da feel il 12/3/2008 alle 16:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 marzo 2008

L'INSEMINATORE

 
PADRE DI 7 FIGLI A 20 ANNI!
 
 
Il ventunenne disoccupato Keith Macdonald della contea inglese di 'Tyne and Wear' dice di "abbordare" le donne mentre viaggia sui mezzi pubblici, scambiando qualche chiacchera.
"È facile - sembra che loro non dicano mai di no. Se tu gli piaci, gli piaci. Basta farsi dare il loro numero e fissare un appuntamento", afferma il giovane inglese.
Attualmente Keith ha messo incinte (ufficialmente) 7 ragazze e due di loro (Stephanie e June) le ha conosciute proprio mentre era su un autobus, e l'ultima,Vicky, l'ha conosciuta ad una fermata.
Ma vi sono voci in giro che la sua prole sarebbe molto più numerosa (16 addirittura!) e così per la stampa viene additato a padre "inetto".
Ma lui non ha alcun rimorso e nononostante sia lui a flirtare per prima, da la colpa della gravidanza alle ragazze.
"Non è colpa mia - pensavo che tutte prendessero la pillola".
Ovviamente Keith non paga niente per il mantenimento dei suoi figli ed è stato soprannominato il "Romeo spericolato" e il "parassita" che salta da un letto all'altro.
La prima bambina di Keith ha attualmente 6 anni. Infatti, egli divenne padre quando aveva appena 14 anni, dopo aver avuto un rapporto con la ventisettenne Michelle con cui tagliò subito dopo la nascita della bambina.  Seguì Charlotte, 16, di Hetton. Lei lo lasciò dopo un presunto atto di violenza che Keith nega.  Il terzo figlio arrivò da una relazione con una vicina di casa, l'allora diciottenne Jordan. Il bambino ha oggi quasi 4 anni. La vittima numero 4, June, ora ventunenne, dice di essere stata colpita dal fascino di Keith sull'autobus, dove venne a sapere che avevano entrambi frequentato la stessa scuola e si scambiarono i numeri di telefonino. Un paio di giorni dopo stettero insieme e lei subito rimase incinta. Il suo bambino farà 4 anni il prossimo ottobre. La numero cinque Stephanie, allora diciassettenne, ha partorito nel 2005 e racconta: -  "Ha iniziato a sorridere con me alla fermata e siamo saliti sullo stesso autobus, poi ha iniziato a parlare. Mi ha fatto ridere ed era molto seducente". Keith sostiene di non aver mai incontrato la sesta, una certa Kelly B. che afferma, invece, di aver partorito il suo sesto figlio. "Dev'esser stato il suo modo di comportarsi insieme ai suoi occhi verdi e capelli biondi ad attirarmi. Ci conoscemmo una sera grazie ad un mio amico gay e credevo che anch'egli lo fosse. Successivamente egli cominciò a telefonarmi ed inviare messaggi ed una notte venne a stare da me...."   Lei è stata poi lasciata con un SMS di addio e sebbene dichiari di avere delle foto insieme a Kelly, quest'ultimo ripete: "Dovevo essere ubriaco. Non so niente di lei."
Keith MacDonald
Un portavoce del ministero del lavoro che fa capo alla "Child Support Agency" asserisce che se il padre continua a mancare ai suoi doveri rischia perfino la galera. Come disoccupato riceve circa 90 euro a settimana e il ministero potrebbe bloccargli tale concessione. Inoltre per il Macdonald non sarebbe la prima volta a comparire dinanzi ad un magistrato.
Da parte sua Keith afferma: "Mi diverto andare in giro. Le ragazze mi stanno addosso e sorrido anche con i gay. Non ho un diploma, ma non ritornerò a scuola. Sono in cerca di lavoro, qualunque cosa mi possa distogliere, ma non riesco a trovarlo. Nessuno mi prenderà dopo quanto sta succedendo."
Egli nega, inoltre, di essersi rifiutato di usare il preservativo. Dice che tutte le ragazze gli avevano detto di prendere la pillola e non capisce come hanno potuto rimare incinte. La situazione non è piacevole e se le cose continuano così dichiara di dover poi parlare con un avvocato.
"Ho sempre usato il preservativo. Se vedo i miei figli potrò dargli dei soldi. Glieli darò se li avrò."
Mentre i suoi figli vengono mantenuti dallo Stato, il super-babbo vive mantenuto da sua madre, la quale però sembra non tollerare più questa situazione.
Sempre Keith dice: “Mia madre non è contenta di tutti questi figli. Qualche giorno fa mi ha urlato di legarmelo stretto e di tenerlo dentro i pantaloni“.
 
Al di là di quanto sia oggi facile fare sesso senza alcuna precauzione, permettetemi un'altra osservazione. Se da un lato tale soggetto deve assummersi le proprie responsabilità, viene comunque fuori una certa faciltà con cui il 'gentil sesso' si concede al primo venuto!
E poi, mentre lui era poco più di un ragazzino, i suoi primi rapporti sono avvenuti con donne o ragazze che dovevano essere più mature o consapevoli!
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sesso giovani gravidanze indesiderate

permalink | inviato da feel il 10/3/2008 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 marzo 2008

ELEZIONI PRESIDENZIALI AMERICANE

 
Figlio di padre nero proveniente dal Kenya e di madre bianca del Kansas, Obama ha miscelato il buon senso della politica e lo charm personale che l'hanno portato dalle strade di Chicago e di Harlem al senato degli Stati Uniti.
 
 
  
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ELEZIONI PRESIDENZIALI AMERICANE

permalink | inviato da feel il 4/3/2008 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 febbraio 2008

NUDISMO?!


Uno strano caso di libertà 


Sul Washington Post del 6 settembre 2006 leggo un’altro articolo sul caso della cittadina di Brattleboro nel Vermont.  Questo piccolo paese è venuto alla ribalta in agosto per la denuncia fatta dalla residente Theresa Toney, nei confronti delle autorità locali, per la mancanza di norme che regolano il nudo in pubblico. E si era in attesa del responso.
 
Sarà Madre Natura a prendere provvedimenti.
Così le autorità locali hanno affermato, decidendo di non intervenire ulteriormente in merito all’ordinanza “contro la nudità” deliberata in risposta al movimento creato dai teenager quest’estate e alla citata denuncia.
L’inverno sta arrivando, e solo se ce ne sarà bisogno si discuterà di nuovo del fatto.

Vermont non aveva nessuna legge contro la nudità pubblica, benché almeno altre otto Comunità vicine lo abbiano vietato con apposite norme. E' chiaro, un fatto così non poteva rimanere! A Brattleboro era sempre prevalsa la cultura del “live-and-let-live" (vivi e lascia vivere) e fino ad oggi, i 12.000 residenti hanno visto i buchi nei costumi degli appartenenti al movimento “clothing-optional”, hanno seguito la manifestazione chiamata “Breast Fest" (Festa del Seno), e poi di tanto in tanto hanno perfino visto chi si denudava in pubblico. Ma l'apice è stato raggiunto quest’estate con la creazione del movimento “Naked teen" (giovani nudi), iniziato quando una ragazza si è seduta nuda su una panchina del parco, a cui ha fatto seguito la denudazione di altri ragazzi in giro per la città e con la formazione, infine, di un gruppo di ragazzi che si è svestito completamente nel parcheggio della zona commerciale. Uno dei partecipanti, il 19enne Adhi Palar, afferma: - il nostro atto celebra la storia e la tradizione di un posto dove la nudità è permessa. E’ importante e ne sono fiero –
Jeremiah Compton
, studente della High School, invece dice - è giusto che siamo delusi e vogliamo solo esprimere i nostri diritti. -  Infine Ian Bigelow, uno dei nudisti del parcheggio, afferma - 
abbiamo un impianto di energia nucleare a poche miglia da qui e una ridicola guerra in Medio Oriente, con bombardamenti, e vi preoccupate della nostra nudità?! -
Ovviamente non tutti sono d’accordo, e Theresa Toney prima di tutti!
 

 

 

   

Troppo bello per essere vero!

In tutta sincerità, mettendo un pò da parte il mio scetticismo, devo dire che se il comportamento di questi ragazzi è così come lo si racconta, con nessun'altra motivazione che la libertà, allora questo caso mi colpisce e dovrebbero essere d'esempio per tutti. Per me, che sono sempre stato convinto che il corpo nella sua interezza e con tutto quanto vi è attinente non dovrebbe essere taboo o scabroso, fatti del genere donano speranza. Già da bambini riceviamo una educazione secondo la quale il nostro corpo è qualcosa da coprire e da nascondere, sempre. Quante volte i nostri gentitori strillavano se da bambini esponevamo al pubblico le nostre nudità! Non ti toccare lì! 

Abbassarsi le mutende davanti agli altri equivaleva a confessare i propri peccati e a offendere malamente gli altri. Le parti "intime" nessuno doveva vedere quelle di nessuno. Crescevamo coll'inumano desiderio di sapere gli altri cosa avevano lì, e se erano come noi o chissacché. Sebbene fossero oggetti del male, i nostri attributi venivano addolciti con nomignoli buoni: il "pipino" e la "farfallina", per esempio, quasi a discolpa di un trattamento immeritato. Quando poi capitava di rimanere in mutande, ci sentivamo imbarazzati, mortificati e vergognati.  E ditemi, questo solo perché gli organi sessuali servono a fare sesso?! Chiaro, se il sesso è un taboo più grande, poi è una consequenza logica. Anche il sesso diventa per la nostra cultura una cosa sporca, da fare di nascosto e da non parlarne.

Che balorda società abbiamo ereditato e continuiamo a portare avanti. Qualcuno si è mai chiesto perchè nelle società primitive, quelle dove 'nudità' è una parola senza significato, non esistono "deviazioni" sessuali e problematiche connesse le quali, invece, abbondano nella nostra progredita società?!  Il discorso, sebbene molto articolato, è molto interessante e merita più che un piè di pagina conclusivo, pertanto mi prometto di farne oggetto di un futuro intervento.      



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Libertà sessuale Nudità

permalink | inviato da feel il 29/2/2008 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

28 febbraio 2008

EVIRAZIONE?

 
 
Per strada si trova di tutto!
  
 
 
19.11.2006 - South African Press Association -
Il sovrintendente di polizia Benjamin Mtsholi Bhembe del villaggio di Masoyi, ha dichiarato che il custode di una proprietà, attualmente disabitata, vicino Hazyview (Mozambico) a pochi passi dal parco nazionale Kruger, ha trovato un pene umano mozzato.
Il guardiano stava camminando, quando vicino alla casa ha notato qualcosa a terra.
Da lontano ho visto qualcosa di strano a terra. Mi sono avvicinato, ho guardato meglio ed ho capito che si trattava di una parte anatomica maschile”,
ha detto il guardiano al sovrintendente.
I vicini dichiarano di non saperne niente, ma le indagini sono ancora in corso.
La polizia invita il legittimo proprietario o chi ne sa qualcosa, a mettersi in contatto con loro. 

Che tempi ragazzi!
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Evirazione

permalink | inviato da feel il 28/2/2008 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 febbraio 2008

EMERGENZA RIFIUTI

 
Disagio e puzza con ironia

 
 
Con la collaborazione di altri enti, l'associazione "Napoli vive, io la difendo" ha creato un calendario trash sul problema spazzatura a Napoli.
Si dice che ne siano state prodotte circa 10.000 copie da distribuire gratuitamente nelle piazze, mentre le prime copie, distribuite in un apposito stand nel bar Gambrinus a piazza Municipio, sono andate a ruba!
Il progetto ha ricevuto anche il benestare dell’Azienda di soggiorno e turismo di Napoli e i complimenti del presidente del consiglio Giorgio Napolitano. 
Ironico lo era stato anche il carro "Napoli antica" di Simone De Filippo che ha  sfilato a Barra a Carnevale. Con l'immondizia che spuntava dalla sua struttura, su di esso un (finto) S.Gennaro consegnava simbolicamente dei mega-tapiri a Bassolino e a Pecoranio Scanio.   
 
Ma ecco, ora, le dodici foto ironiche che raccontano l'emergenza 'munnezza':

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  QUI  per un video.

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emergenza rifiuti munnezza

permalink | inviato da feel il 11/2/2008 alle 19:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 gennaio 2008

COME TI DIVENTO SUMO

 
Il bambino più grande del mondo
 
 
Per l’età ed il peso che ha può essere considerato il bambino più grasso del mondo.

Si tratta del russo Dzhambulat Khatokhov di circa 7 anni, quasi 100 kg. per 1,5 metri di altezza.  E’ il figlio di una famiglia povera che vive nella regione Kabardino-Balkaria (Causaso settentrionale) dove è soprannominato Dzhambik (Jambik) e dove è considerato un eroe, volendo diventare, un giorno, un lottatore di Sumo, sport molto diffuso e apprezzato in quella regione.  La madre afferma che Dzhambik, alla nascita, era nella media e che solo dopo il primo mese di vita ha cominciato a crescere il doppio rispetto al normale, arrivando a superare i 41 kg. a tre anni ed i 60 kg. a cinque. Egli è fiero della sua “grandezza” ed è per essa che è uscito con la madre ed il fratello sulla TV russa, è volato in Germania, in Georgia e anche in Giappone. La nostra speranza, afferma la madre, è che Jambik potrà offrire un futuro sicuro per la nostra famiglia, mentre molto di quello che abbiamo oggi lo dobbiamo a lui.

   


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sumo dzhambulat bambini obesi

permalink | inviato da feel il 12/1/2008 alle 17:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

29 dicembre 2007

TRE NEWS

Sebbene non recentissime, ecco tre notizie sfiziose.

 
1 - La pubblicità ha condizionato e condiziona pesantemente la nostra esistenza. La si trova, oramai, dappertutto e a volte non vi facciamo neppure più caso, ma se sulla pagella dei nostri figli apparisse della pubblicità non passerebbe certo inosservata. Sarebbe proprio una novità ma è quello che è successo in una scuola americana.    Si tratta della scuola elementare e media "Red Bug" della contea di Seminole in Florida che per i rapporti con le famiglie sta utilizzando buste sponsorizzate dalla McDonald's (negli USA le pagelle vengono inviate per posta). La pubblicità promette, addirittura, un "Happy Meals" gratuito a qualunque studente (la scuola ha circa 27.000 iscritti) che riporta buoni voti, che abbia una buona condotta o che abbia solo due assenze. Per tale campagna pubblicitaria la McDonald's ha speso 1.600$ conscia che cheeseburgers, patatine fritte e bibite sono molto richiesti dai bambini americani e in ultima analisi non si capisce chi, con tale novità, ha colpito di più nel segno, se la scuola o la McDonald's. La direzione della scuola da parte sua, continuerà ad usare queste buste a meno che altre denunce non si aggiungeranno all'unica ricevuta fin'ora e almeno fino al nuovo anno scolastico quando si andrà in cerca di un nuovo sponsor. Nel frattempo l'opinione pubblica, gli operatori sanitari, gli educatori e le organizzazioni a difesa dei consumatori sono contrarie a simili campagne pubblicitarie che coinvolgono direttamente i bambini, mentre la scuola dichiara che tale iniziativa è necessaria per finanziare alcuni programmi scolastici.
 

2 - Quando il sedicenne islandese Vífill Atlason ha provato a comporre il numero noto tra i compagni di scuola e' finito su una linea riservata della Casa Bianca. Il ragazzo voleva 'fare una chiacchierata con Bush e fissare un appuntamento' ed ha telefonato dall'Islanda alla West Wing, l'ala della Casa Bianca che ospita lo Studio Ovale, fingendosi il presidente islandese Ólafur Ragnar Grímsson.    La sua chiamata e' stata trasferita piu' volte a vari funzionari che gli ponevano domande su Grimsson a cui il ragazzo rispondeva esattamente grazie al fatto di essere davanti al computer (pagine di Wikipedia) mentre era a telefono. Era come passare un "controllo" ha dichiarato il ragazzo e alla fine ha parlato con la segretaria di Bush, che gli ha detto di attendere una chiamata da parte del presidente Bush che in quel momento non era disponibile. Invece a casa sua in Akranes, un villaggio di pescatori a 48 kilometri da Reykjavik e' arrivata la polizia che ha portato il ragazzo in caserma e l'ha interrogato per alcune ore. La polizia aveva il compito di conoscere dove il ragazzo aveva trovato quel numero riservato, ma Vífill non ricordava più tale "secondario" particolare" perché il numero l'aveva già da un paio di anni.
Si trattava di uno dei numeri del "Secret Service Uniform Division" che si occupa della sicurezza della Casa Bianca. Il ragazzo è stato rilasciato senza nulla a procedere in custodia dei genitori che hanno dichiarato: <Vífill è molto intraprendente ed è diventato un pò come un eroe qui in Islanda dove Bush è alquanto impopolare>.
 

3 - All'Oscar per filmati di scienza. La divisione di una cellula ha vinto il primo premio all'annuale concorso organizzato dalla Societa' Americana di Biologia per filmati sulla natura "Celldance awards". Il vincitore e' Jason Stumpff dell'universita' di Seattle che ha filmato la 'danza' della cellula mentre si replica. @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
  
   Piu' drammatico il video del secondo classificato che mostra una cellula che non riesce a replicarsi a causa di una mutazione genetica. Al terzo posto, invece, un video che ha come protagonista un'ascidia, primo animale con un sistema nervoso. Ai vincitori, scelti tra ventisette candidati, nessuna statuetta ma un premio da mille dollari, t-shirt e poster. 
Clicca 
QUI  per vedere il video del vincitore.
 
 

sfoglia
marzo